Come i media alimentano la discriminazione

informazione discriminazione

Come i media alimentano la discriminazione

Chi sa come funzionano i meccanismi dell’informazione, non si meraviglia più di tanto del fatto che i giornalisti possano scrivere indifferentemente un giorno un articolo con linguaggio razzista e discriminatorio.

In questo modo si alimenta la discriminazione.

E, la volta dopo, su un argomento analogo, in modo liberale e garantista.

Sono i limiti di una professione in crisi, anche di valori, e alla ricerca di nuove forme di espressione, essendo divenute obsolete quelle tradizionali legate alla carta stampata o ai telegiornali di mezza sera.

C’è però da dire che i Rom sono un obiettivo “facile” per un reporter frettoloso e pigro, che si accontenta di dare un’occhiata e preferisce servirsi e piene pani di stereotipi e pregiudizi per leggere un avvenimento che coinvolge i Rom.

 

LIL – Quaderni di informazione rom

Il fascicolo indicato in allegato, il primo di una collana che chiamato “Lil” che, in lingua romanì, vuol dire “Quaderno”, cerca di raccontare storie brutte e qualche volta belle legate al difficile rapporto del mondo dell’informazione con il mondo comunitario dei Rom, Sinti e Camminanti che sono nel nostro paese e di ragionare su come le cose potrebbero migliorare.

Link al sito dell’UNAR

Link al quaderno LIL

Visita la nostra pagina Chi siamo